Electrolux Newsroom Italia

Electrolux verso la crescita in Est Europa

Photos

La fabbrica di lavabiancheria conta 150 dipendenti e oggi è gestita dagli amministratori straordinari della Antonio Merloni SpA. E’ previsto che l’acquisizione – soggetta all’approvazione delle autorità garanti della concorrenza – venga completata verso la fine dell’anno.

L’operazione mira a rafforzare la presenza di Electrolux in Est Europa e la fabbrica potrà far parte della base di fornitura di Electrolux per i mercati del Centro ed Est Europa. L’Ucraina fa parte del mercato di libero scambio all’interno della Comunità degli Stati Indipendenti, Commonwealth of Independent States (CIS), che include tra gli altri anche Russia, Kazakistan, Armenia, Azerbaijan.

Accrescere la competitività in Centro ed Est Europa
“Aggiungendo capacità produttiva in questa regione accresceremo la competitività dei prodotti Electrolux”, ha dichiarato Hans Stråberg, President e CEO di Electrolux. Attualmente – ha spiegato Stråberg – le tasse di importazione rendono i prezzi dei prodotti Electrolux importati meno competitivi, in molti paesi dell’Est Europa.

La fabbrica produce lavabiancheria a carica frontale e impiega circa 150 persone. Era stata acquisita da Merloni (Ardo) nel 2003 e rinnovata nel 2005. La maggior parte dei prodotti attualmente realizzati nello stabilimento oggi viene esportata.

L’Ucraina fa parte del mercato di libero scambio all’interno della Comunità degli Stati Indipendenti, Commonwealth of Independent States (CIS), che include tra gli altri anche Russia, Kazakistan, Armenia, Azerbaijan.

Ivano-Frankivsk si trova nella parte Sud-Occidentale dell’Ucraina.

Be Sociable, Share!

Save and share this post