Electrolux Newsroom Italia

In collaborazione con Electrolux selezionati i migliori progetti green dalle scuole superiori e medie, da WWF e Repubblica@SCUOLA

Photos

E’ stato selezionato il progetto vincitore di “La mia scuola non divora il Pianeta”, il concorso dedicato a tutti gli studenti delle scuole medie inferiori e superiori iscritte al canale Repubblica@SCUOLA di Repubblica.it, realizzato con la collaborazione del WWF Italia e con il sostegno di Electrolux. Gli studenti hanno presentato idee per rendere la propria scuola più sostenibile.

Il progetto vincitore “Per una scuola ecosostenibile” arriva dal liceo scientifico Enrico Fermi di Bari e propone la trasformazione degli spazi aperti della scuola in verde destinato alla frutticoltura, alla coltivazione degli aromi e addirittura alla vendita dei prodotti al di fuori della scuola stessa, per rifornire il quartiere di ortaggi e frutta a chilometri zero, coinvolgendo non solo tutti gli studenti e i docenti ma anche la comunità locale.

Lo studente che ha elaborato l’idea ha fatto vincere al proprio istituto 5 mila euro, messi a disposizione da Electrolux per la realizzazione del progetto. Il premio verrà consegnato a una rappresentanza della classe vincitrice il 21 giugno a Milano, nell’ambito della seconda edizione del convegno “Semi di Sostenibilità” organizzato da WWF e Electrolux, al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia.

“E’ imprescindibile ripensare i nostri stili di vita per passare da una cultura dello spreco ad una cultura del consumo sostenibile, cominciando dai singoli gesti quotidiani adottando comportamenti responsabili. In questo le scuole possono fare molto come ci ha dimostrato in passato la loro capacità di diffondere “semi di sostenibilità” destinati a crescere e propagarsi. La scuola può essere una via maestra per avviare i ragazzi a diventare l’anima di questo nuovo futuro. “ ha detto Maria Antonietta Quadrelli responsabile Educazione WWF Italia.

Per questo il WWF ha coniato l’idea dei “Semi di sostenibilità” in collaborazione con Electrolux. Partito come tavolo di lavoro sul cambiamento culturale l’iniziativa si è poi rivolta alla scuola dell’infanzia e primaria per premiare le migliori idee sul tema, ora allargata alle scuole secondarie.

“Abbiamo aderito con entusiasmo al progetto “La mia scuola non divora il pianeta” perché crediamo che l’educazione ambientale sia lo strumento più potente per cambiare il mondo e questo concorso ci ha dato l’opportunità di continuare, anche nel mondo dei giovani adulti, il percorso di sensibilizzazione che portiamo avanti da quasi vent’anni, con la preziosa collaborazione di WWF, tra i bambini della scuola primaria ed i ragazzi della scuola secondaria di primo grado” dichiara Gianfranco Schiava, Amministratore Delegato Electrolux Appliances Divisione Elettrodomestici Italia.

Sono state moltissime le idee arrivate, raccontate in 351 articoli pubblicati sul Repubblica.it: 216 dalle secondarie di primo grado e 135 dalle superiori. Da questo materiale sono stati selezionati 32 finalisti 16 per le superiori e 16 per le medie. Le idee vanno dai pasti a chilometri zero, al risparmio energetico, agli orti e giardini naturali nel cortile della scuola, alla mobilità scolastica sostenibile, alla riduzione dei rifiuti e varie iniziative di comunicazione sul territorio.

Be Sociable, Share!

Save and share this post